mercoledì 17 aprile 2013

Disinformazione: adesso basta!!!


Nel far west si vendeva l'olio di serpente per guarire da tutti i mali. Oggi e' cambiato qualcosa?

Non scrivo frequentemente pezzi d'opinione ma oggi e' diverso.

Oggi e' arrivato il momento di dire basta..

Il mondo di oggi e' un mondo difficile, ma dopotutto non e' molto diverso dal mondo di ieri, o dell'altroieri. No, non si stava meglio quando si stava peggio, ma certe logiche ricorrono immutate nel tempo. Sono parte intrinseca dell'essere umano.

Quando arriva una crisi, un disagio, che colpisce una fetta della popolazione ecco arrivare anche chi di questo cerca di approfittare, come un avvoltoio. A volte gli approfittatori non esitano ad alimentare il disagio; perche' piu' disagio equivale a piu' esasperazione e piu' "business".

Il modo piu' semplice per approfittarne e' trasformare un sentimento in un ritorno economico. Una trasmutazione degna del miglior alchimista, ma tutt'altro che semplice. Richiede un talento che quasi
non si piu' fare a meno che ammirare.

Quasi.

 Il tutto si inserisce in un contesto moderno, dove dopo un boom ed un benessere senza precedenti (ma con effetti collaterali) portato da scienza e progresso, si torna verso l'oscurantismo.

Negli ultimi 50 anni mai come ora pseudoscienze e superstizioni sono state tanto popolari. Esse si affiancano e sono aiutate da un rifiuto generalizzato di tutto cio' che e' istituzionale, visto spesso come un'imposizione ingiusta di una casta.

Certo, le caste esistono, le istituzioni mentono e non fanno il bene di tutti, inutile negarlo. Ma invece di generalizzare occorrerebbe andare a vedere e dimostrare quando lo fanno, per poi migliorare e correggere.

Ma questo e' un lavoro duro e spesso ingrato. Non ci sono grandi ricompense mediatiche o monetarie, solo l'aver migliorato un po' il mondo in cui viviamo.

Meglio semplificare e dire quello che la gente vuole sentirsi dire.
Molti lo definiscono populismo, io lo chiamo FACILISMO.

Faccio qualche esempio per capirsi.

Vi fidereste di un medico radiato dall'albo e condannato per aver ucciso un suo paziente? Se vi dicesse che puo' curare i tumori con il bicarbonato? Sicuramente no.
Pero' se odiaste la casta dei medici e delle multinazionali del farmaco, se foste abbastanza disperati...magari...

Vi fareste curare da un dottore, ma in lettere? Uno a cui hanno chiuso il laboratorio perche' in condizioni sanitarie pericolose per la salute? Sicuramente no.
Ma se un vostro familiare avesse una malattia incurabile....e poi alle Iene dicono che egli e' un genio incompreso, osteggiato per interesse dalle caste, magari mettendo in sottofondo una musica strappalacrime....Insomma, dico, le Iene! Quando mai la TV vi ha mentito??? Ormai se non ci sono le Iene l'Italia va a scatafascio..

Se tutti i sismologi di tutto il mondo vi dicono che i terremoti non si possono prevedere con precisione sono sicuramente una casta di inutili incapaci (o di mentitori). Meglio affidarsi ad un tecnico che dice di avere la soluzione in mano. E poi con le sue previsioni funzionavano, no? NO.
Pero' vuoi mettere, di fronte ad un terremoto non si puo' fare a meno di sentirsi impotenti, e ci vuoi togliere anche questa consolazione.

Il messaggio sottostante e' che e' molto piu' romantico pensare a qualcuno senza preparazione specifica che fa la scoperta del secolo, che tutto sommato aver studiato non serve e basta il buon senso, che le soluzioni sono la': comprensibili e a portata di tutti, semplici e geniali.

Troppo bello, troppo facile per essere vero.
Io se devo riparare la macchina vado da un meccanico, anche se non tutti sono onesti o competenti. Non la porto dal salumiere.
Oggi la scienza e la tecnologia sono ad un livello tale per cui i casi in cui il salumiere trova la cura miracolosa o risolve il problema della fame nel mondo sono sempre piu' rari. Senza finanziamenti, laboratori e gruppi di ricerca e' difficile scoprire qualcosa di nuovo. Che ovviamente e' un problema per i ricercatori ma non per chi beneficia dei risultati, che arrivano comunque.
Divino Otelma anyone?


La parte piu' spregevole e' che se non c'e' un sentimento da sfruttare, o questo sentimento non e' abbastanza forte, lo si crea e lo si alimenta. Per farlo non si esita a mentire, anche e soprattutto spudoratamente. Perche' la bugia spuderata ha meno probabilita' di essere scoperta. E soprattuto perche' la bugia si puo' accettare facilmente, in quanto risponde alle esigenze e desideri di chi ascolta. E' come promettere posti di lavoro in politica: funziona!


Di bugie di questo tipo ne abbiamo viste alcune anche in questo blog, a riguardo del mondo della pesca e dei pesci. Bugie che comunque sono sempre li', mai sconfitte e anzi piu' presenti che mai. Di tante altre non ho parlato per questioni di tempo ma anche per non entrare in polemiche sterili e diatribe che non mi interessano.

Vi basti sapere che, quando serve, si trova sempre un esperto che vi confermi quello che volete sentirvi dire.
Siete invidiosi che un progetto di tutela proposto da un'altra associazione stia prendendo piede? Trovate un tecnico che dia ad intendere che sia inefficace, magari arrivando anche a distorcere la biologia della specie in oggetto.
Volete fare immissioni di una specie alloctona invasiva in acque pubbliche? Troverete un esperto che vi certifica che non ci sono rischi.
E cosi' via...

La parte piu' subdola e' che anche la scienza stessa ne risente. Specialmente nel campo dei pesci.

Incapace di comunicare efficacemente e di rispondere in tempo a queste distorsioni (non ce la faccio neanche io) lascia il campo aperto a chiunque possa e voglia trarne profitto. Non solo, quando riesce a "svecchiarsi" lo fa nel modo peggiore. Usando il sensazionalismo.

Ma questa e' un'altra storia.

2 comments:

Anonimo ha detto...

Rinnovo i complimenti per il blog.. e come non essere d'accordo con questo "sfogo"!
Antonio Pinton

Milo ha detto...

Grazie per i complimenti Antonio, prossimamente cerchero' di trattare temi un po' piu' sostanziosi, lavoro permettendo.
Ma era uno sfogo che ci voleva.

Posta un commento