venerdì 19 novembre 2010

Il pesce tri..ehm quadriocchiuto

Blinky, la mascotte degli "Isotopi" la squadra di baseball di Springfield disegnato da Matt Groening, conosciuto come "il pesce triocchiuto"

Blinky e' un pesce molto particolare immaginate se fosse reale.

Purtroppo non e' possbile trovare un pesce con 3 occhi anche se alcuni fossili come Cephalaspis (un pesce del Devoniano) hanno una fissura nel cranio che permetteva una visione tramite "l'occhio pineale" e pertanto si puo' dire che in qualche maniera avessero "3 occhi".
Nel caso di mutazioni difficilmente si arriverebbe a sviluppare un vero e proprio terzo occhio in quanto il bauplan e il complesso hox dei pesci presenta perlopiu' mutazioni pari e le disparita' teratologiche come questa tendono a rendere l'individuo non vitale.

Cephalaspis il pesce triocchiuto del Devoniano

Ma se appunto le mutazioni sono pari perche' non abbiamo pesci con 4 occhi?
Anche qui, per fare un discorso semplicistico, si deve considerare che lo schema fondamentale dei vertebrati prevede soltanto un paio di occhi e la crescita di un paio addizionale di occhi a fianco degli altri e' non solo mortale ma anche una mutazione che deve coinvolgere i geni fondamentali dello sviluppo corporeo. Piu' o meno equivale a ridefinire non solo l'individuo ma la sua intera classe..

Siccome pero' parliamo di pesci meglio non dare tutto per scontato. Infatti esiste un genere di pesce sudamericano che ha sviluppato un adattamento molto particolare degli occhi.
Il genere Anableps presenta infatti un paio di occhi superiori e un paio di occhi inferiori.

Anableps un nome adatto ad un alieno e da questa foto e' proprio quel che sembra

I doppi occhi degli Anableps sono completamente funzionali, possiedono due pupille separate anche se condividono le iridi. I pesci vivono al limite tra aria ed acqua e gli occhi superiori sono perfettamente adatti per la visione fuori dall'acqua, il cristallino stesso e' modificato per la visione aerea mentre quello degli occhi inferiori e' sferico per adattarsi alle aberrazioni della visione in acqua.
Grazie agli occhi particolari riescono a individuare gli insetti che stanno per cadere o che sono sulla superficie dell'acqua mentre quelli inferiori controllano l'acqua per prede acquatiche. Lo stesso vale per quanto riguarda la fuga dai predatori.


E' proprio il caso di dirlo. Spesso la natura sorpassa l'immaginazione umana. 4 a 3 per Anableps.

5 comments:

Anonimo ha detto...

lo sempre sostenuto io che per andar bene ,
ci Vogliono Quattro Occhi ..??..
Milo...ho dato da mangiare ai pesci del Acquario pure oggi .,
ma Non crescono mai ..??
ciao pino .

Milo ha detto...

Eh Pino, ne bastano due che funzionino bene, cosi' non tocca usare gli occhiali... :)

che pesci hai in acquario?

Anonimo ha detto...

no ..no Milo , mi riferivo al TUO acquario ,
il '' Paperfish acquarium '' , qui di fianco ...ih ..ih
ciao .

Livio L. ha detto...

@Milo: mi serve la tua mail per il Carnevale. Me la invii usando la mail del mio blog?

Milo ha detto...

Obbedisco!

Posta un commento